PRESENTAZIONE AZIENDALE
PRESENTAZIONE

AZIENDALE
L’esperienza di uomini aventi processi formativi accademici in economia aziendale, preparazione e master in teorie di marketing alberghiero, carriere manageriale vissute da oltre venticinque anni nelle varie mansioni di responsabile di marketing, direttore alle vendite, direttore agli acquisti, responsabile tecnico e coordinatore dei trasporti nel territorio nazionale ed europeo, sia in proprio e per aziende italiane partner di note atre aziende industriali nel settore farmaceutico, ambientale, sanitario, alimentare, esperienza dirigenziale in formazione professionale, aziendale e sulla qualità e sulla sicurezza, sono state le basi alla realizzazione della Trinity Coret.

La “ Trinity Coret “ è un progetto imprenditoriale in sinergia con Enti Universitari, Enti di ricerca, Studi Professionali di Finanza, tende alla valorizzazione dei prodotti agroalimentari tipici dei nostri territori coinvolgendo tutti i processi produttivi con una pluralità di esperti e i diretti produttori, che non sempre perseguono obiettivi e strategie individuali similari  e talvolta addirittura contrastanti.

Ha tra i molteplici obiettivi anche quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore della filiera alimentare italiana che ne garantisce l’unicità e la qualità.

Propone iniziative nel settore della cultura, del turismo, dell’arte, dell’enogastronomia e dell’artigianato, attraverso attività di promozione, divulgazione, studio e ricerca.

Sicuri che  una migliore evoluzione delle imprese sul territorio,  rispetto alle nuove attese della società risiede nella capacità  delle imprese localizzate nei Sud Italia, di produrre alimenti sani e genuini o di offrire servizi di eccellenza e ben strutturati  e concorrere allo stesso tempo alla protezione delle risorse naturali e allo sviluppo equilibrato del territorio, creando occupazione e riservando maggiore attenzione alla qualità del lavoro.

All’origine di ciò sta lo stretto e profondo rapporto che il prodotto tipico e il suo sistema di produzione hanno con il territorio, un rapporto che coinvolge una molteplicità di “capitali” (naturale, culturale, umano e sociale) sui quali il funzionamento del sistema di produzione e consumo esercita effetti positivi e negativi.

Quindi tutte le energie e le risorse sono dirette ad  uno studio fattivo, seguendo le direttive della Comunità Europea e del Paese Italia per accentuare la qualificazione e valorizzazione dei prodotti tipici con la salvaguardia del territorio e della biodiversità, con l’obbiettivo più generale di evitare il fenomeno dell’abbandono dell’agricoltura e delle altre aziende agroalimentari.

Quindi in sintesi il nostro progetto è la “Valorizzazione dei prodotti tipici”  con l’obiettivo primario di promuovere l'artigianato locale e le produzioni agroalimentari di nicchia come elemento caratteristico dell'identità del territorio di riferimento.

La linea d’impresa sarà tesa alla identificazione, valorizzazione e promozione dei prodotti sui quali si fonda l'identità del territorio; con l'obiettivo di realizzare attività che incrementino lo sviluppo locale e mantengano vivo ed efficace un sistema economico oggi definibile "di nicchia".

Uno studio finalizzato ha messo in evidenza che tantissime imprese produttrici hanno spesso dimensioni modeste, scarso potere di mercato e non possono così usufruire di strategie e tecniche di marketing.

Nostro obiettivo è rendere veramente efficace un prodotto che ha ottenuto una denominazioni di origine, geografica, o di tipicità, utilizzando strategie collettive di produzione e di mercato che devono concretizzarsi nell’affacciarsi in modo competitivo su mercati standardizzati e nuovi, come anche il commercio via web.

Tenendo sempre presente che i prodotti tipici si adattano bene alle forme di concorrenza non basate sul prezzo ma sulla qualità, prestandosi bene alla vendita al consumo presso i negozi di specialità alimentari ed ai settori specializzati della grande distribuzione.

La tracciabilità alimentare, formalizzata con il Decreto Legislativo 15 settembre 2017 n. 145, è entrata in vigore sei mesi dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 235 del 7 ottobre 2017.

Cosa cambia in modo sostanziale? Al di là della maggiore trasparenza informativa in merito alle caratteristiche del prodotto (che vanno obbligatoriamente descritte secondo una standardizzazione europea) ora va trascritto, insieme allo stabilimento di lavorazione anche l’indicazione obbligatoria d’origine degli ingredienti.

Considerato come fino ad oggi oltre 1/4 della spesa risulti ancora anonimo, la normativa è un grosso passo avanti rispetto al tema della tracciabilità alimentare.

Il decreto prevede, per tutti i prodotti alimentari preimballati, l’obbligo dell’indicazione sull’ etichetta della sede dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento.

L’obiettivo, infatti, è virtuoso.

Nel caso del Made in Italia, in particolare, permette di verificare se un alimento sia stato prodotto o confezionato in Italia o meno, il che interessa moltissimo gli shopper del bel Paese.

Secondo una consultazione on line del Ministero delle Politiche Agricole, l’84% dei consumatori ritiene fondamentale conoscere, oltre all’origine degli ingredienti, anche il luogo in cui è avvenuto il processo di trasformazione.

Gran parte del nostro lavoro consiste nel mettere a punto l’attività commerciale delle Aziende nostre clienti e dopo averne indagato e verificato le prestazioni in ordine di produzione, non solo nella capacità produttiva ed economica ma soprattutto in termini di qualità, troviamo soluzioni di collaborazione nella fase di commercializzazione dei loro prodotti sia come intermediari che come rivenditori.

Ultimo ma non di importanza è stata la realizzazione di marchi di qualità che dopo le opportune ricerche di mercato e analisi di laboratorio approfondite, verranno applicati ai prodotti selezionati e che dovranno rappresentare una garanzia integrale per tutti gli acquirenti sia nazionali che esteri, sia per distributori sia per il singolo acquisto in dettaglio, ed il tutto sarà pubblicato su un apposito sito web che verrà di continuo aggiornato.

Prof. Domenico Falcone Franco
azienda